22 Agosto 2019
  • 22 Agosto 2019
News
3 Ottobre 2018

Jeffrey Dahmer – il cannibale di Milwaukee

By Roberta Ada Micol 0 480 Views

Nato il: 21 Maggio 1960

Morto il: 28 Novembre 1994, ucciso da un detenuto

Vittime Accertate: 15

Omicidi Confessati: 17

Jeffrey Dahmer ha assassinato 17 maschi, tra il 1978 e il 1991. In oltre 13 anni, Dahmer cercava uomini, in maggioranza afroamericani, emarginati dalla società. Li attirava in casa con promesse di denaro o sesso, e li drogava, prima di strangolarli a morte.

Dahmer tentò anche di lobotomizzare le sue vittime, ancora vive, perforandone i teschi ed iniettandoci acido muriatico. Si sarebbe poi impegnato in atti sessuali con i cadaveri, prima di smembrarli e smaltirli, conservando spesso i loro teschi o i loro genitali, come souvenir.

 

 

La follia omicida di Dahmer, terminò quando fu arrestato il 22 luglio 1991.

Varie ricerche in casa di Dahmer, rivelarono una testa nel frigorifero, altre tre nel congelatore e altri orrori, tra cui teschi conservati, barattoli contenenti genitali e un’ampia galleria di macabre fotografie Polaroid delle sue vittime. Dopo la morte di Dahmer, un gruppo di uomini d’affari di Milwaukee, raccolse più di 400.000 dollari per acquistare gli oggetti che usava per le sue vittime – tra cui lame, seghe, manette.

Intervista originale

Dahmer sostenne che le sue compulsioni verso la necrofilia e l’omicidio iniziarono intorno all’età di 14 anni.

 

Roberta Ada Micol

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.