22 Agosto 2019
  • 22 Agosto 2019
News
  • Home
  • Storie Vere
  • Il mistero della donna trovata morta dopo 3 anni davanti al televisore acceso
26 Settembre 2018

Il mistero della donna trovata morta dopo 3 anni davanti al televisore acceso

By Chiara Consorti 0 8800 Views

Joyce Carol Vincent è nata a Hammersmith il 19 ottobre 1965 da genitori immigrati a Londra. Sua madre morì quando Joyce aveva solo undici anni e dalla perdita della mamma in poi la ragazza venne cresciuta dalle quattro sorelle maggiori, dal momento che con il padre non aveva un buon rapporto.

Nel 2001 Joyce passò un po’ di tempo in un rifugio per vittime di abusi domestici a Haringey e lavorò come donna delle pulizie in un hotel. Durante questo periodo tagliò improvvisamente i ponti con la sua famiglia. Si vociferava che Joyce si fosse allontanata dalla sua famiglia a causa della vergogna per aver subito violenze domestiche e che non voleva essere trovata dal molestatore. Nel 2003 Joyce si trasferì a in un appartamento di proprietà del Metropolitan Housing Trust che veniva affittato proprio a vittime di abusi. Nel novembre dello stesso anno si sentì male vomitando sangue: fu subito ricoverata per due giorni a causa di un’ulcera peptica.

Joyce morì per cause ancora sconosciute intorno al dicembre 2003: le ipotesi della causa della morte caddero prima sull’ulcera poi su un attacco di asma, malattia di cui soffriva la donna. I suoi resti sono stati descritti come “per lo più scheletrici” secondo il patologo: era sul divano, accanto a una borsa della spesa, circondata da regali di Natale che aveva incartato ma mai consegnato.

 

 

I vicini, non vedendola più nei paraggi, credevano che l’appartamento fosse stato occupato da qualcun altro e l’odore del tessuto corporeo decomposto fu attribuito ai cassonetti della spazzatura. Ma è possibile che nessuno l’abbia mai cercata?

Dopo 3 anni e 2.400 sterline di affitto non pagate, gli ufficiali giudiziari decisero di presentarsi nella proprietà per darle lo sfratto. Ciò che scoprirono buttando giù la porta fu agghiacciante: il 25 gennaio 2006 venne scoperto cadavere di Joyce davanti alla televisione ancora accesa, costantemente accesa per 3 anni!

 

 

I resti di Joyce erano troppo decomposti per condurre un’autopsia completa e doveva essere identificata dai registri dentistici. La polizia ha dichiarato la morte per cause naturali in quanto non c’erano prove che suggerissero altro, non c’era alcun segno di effrazione. Al momento della sua morte aveva un ragazzo, ma la polizia non riuscì a rintracciarlo. Le sue sorelle, al momento del distacco dalla famiglia, avevano assunto un detective privato per cercarla ma ogni tentativo fu ovviamente vano.

Cos’è realmente successo a questa bellissima ragazza? Sapeva di soffrire di asma quindi se le fosse davvero venuto un attacco avrebbe avuto subito qualcosa a portata di mano per riuscire a respirare di nuovo. E per quanto riguarda l’ulcera, aveva avuto un altro copioso conato di vomito? Ma non c’era sangue secco intorno a lei. Era amata dalla sua famiglia, dai suoi amici, dai suoi colleghi…Possibile che in quei 3 anni di buio nessuno abbia mai bussato alla sua porta? La sua morte rimane uno dei misteri più criptici di sempre.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.